In ricordo della Dott.ssa Erika Liebl

Ci sono persone che ci danno l'impressione di essere "sempre state lì".

Dr. Erika Liebl

Ci sono persone che ci danno l’impressione di essere “sempre state lì”. La farmacista Erika Liebl (*1931 a Bolzano) è stata una tale istituzione nella nostra città.

All’inizio degli anni ’50, era una delle prime donne in Alto Adige a studiare farmacia a Innsbruck; nel 1956 è entrata a far parte della Farmacia della Madonna sotto i portici, fondata da suo nonno, e ha anche gestito la casa per suo padre, il noto farmacista e erborista Maximilian Liebl, perché sua madre era morta in giovane età. Con l’ethos ereditato da suo padre ha continuato il suo instancabile servizio per oltre sei decenni.

Competente e premurosa, ha sempre trovato il tempo per domande amichevoli, preziose informazioni sull’uso dei vari farmaci e buoni consigli per le sue e i suoi numerosi clienti. Quando, nel 2019, ha dovuto rinunciare a lavorare in farmacia per motivi di età, ha pensato di utilizzare il tempo guadagnato per mettersi a disposizione della nostra associazione e per dare soprattutto ai familiari impegnati nell’assistenza spiegazioni sui farmaci spesso molto numerosi, sulle possibili intolleranze o interazioni. La dott.ssa Liebl era convinta che tutte le persone abbiano bisogno di una conversazione affettuosa e di una parola gentile – e per questo è ricordata da molti con gratitudine.

Notizie dell’Associazione n. 3 2023

3° circolare di quest’anno: “Nel mese della tristezza – Anche le persone affette da demenza anno il diritto di dire addio”.

ForumSaluteAltoAdige

Prevenire l’Alzheimer – È possibile?

Solidarietà e Hi-tech per rimanere a casa anche nella terza età

Le risposte delle istituzioni e la “tecnologia amica”. La tavola rotonda alla festa delle associazioni in Piazza Matteotti

I nostri sponsor