Dal quotidiano “Alto Adige” del 26/07/2021

 

L’estate come inizio per una maggiore creatività

L’Associazione Alzheimer Alto Adige ASAA ha molto in programma per i malati di demenza e le loro famiglie in questi mesi estivi.

Oltre ai classici servizi di consulenza, il telefono amico, gli screenings, il supporto psicologico, il fokus di questo periodo è indirizzato verso l’arteterapia e la musicoterapia, così come la validazione. Con questi servizi di supporto ampliati, vogliamo iniziare dove al momento non succede molto, dice il presidente Ulrich Seitz.

 

Nella foto da sinistra a destra: Rita Mentzel, il presidente dell’ASAA Ulrich Seitz e Ulrike Hofmann.

 

A causa degli effetti della pandemia di Corona, molti servizi di sollievo mancano completamente a livello provinciale. La frustrazione e la delusione delle innumerevoli famiglie del nostro territorio che si stanno sacrificando per curare i loro parenti a casa, da soli o con aiutanti, è enorme, sottolinea Seitz. Qui vogliamo creare opportunità per coloro che sono interessati e assicurare che ai badanti vengano mostrati nuovi modi di prendersi cura.

 

Da sinistra il presidente dell’ASAA Ulrich Seitz e il musicoterapeuta Alvise Cappello

 

Le forme creative di terapia con l’arte e la musica, per esempio, aiutano i malati di demenza a esprimersi meglio, a comunicare e a interagire più efficacemente con l’ambiente. Questo avviene spesso in modo non verbale. Il quadro dipinto o la musica rappresentano un mezzo, per così dire. L’arte e la musica risvegliano ricordi importanti, soprattutto nei malati di Alzheimer, e chi ne è affetto in qualche modo rimane in forma perché avere a che fare con immagini e suoni attiva i processi di pensiero. La musica e la pittura evocano emozioni. Il cosiddetto stato di flusso fa sì che i partecipanti a tali attività, che sono nuove per loro, siano completamente assorbiti dal loro lavoro. Ulrich Seitz riferisce che questo porta a momenti di felicità. Per l’Associazione Alzheimer, è di grande importanza che vengano riscoperte capacità e risorse che si pensava fossero perdute. Anche se dipingere, fare musica o cantare sono spesso lenti all’inizio, con il tempo sorgono impulsi indispensabili con l’aumento dell’autostima. Gli esperti coinvolti dall’associazione ASAA, Alvise Cappello, nel campo della musica, e gli esperti di Healing Arts, un’associazione altoatesina di recente fondazione con esperti arteterapeuti, sono ora disponibili con una gamma adeguata di esercizi facilmente accessibili.

 

da Sinistra: Ulrich Seitz, il grafico di ASAA Wolfgang Töchterle e Alexandra Kaiser, esperta ed insegnante di validazione

 

Attraverso la Validazione, d’altra parte, i badanti imparano ad accettare meglio le persone malate e a riconoscere lo sfondo del comportamento che è “fastidioso” per loro. L’atteggiamento di base empatico e non giudicante insegnato nella validazione è anche utile in molte altre situazioni della vita. È garantito in particolare dalle prime due insegnanti di validazione dell’associazione, Alexandra Kaiser e Anna Fink.

Chiunque voglia saperne di più sulle diverse possibilità può contattare info@asaa.it o chiamare il numero verde 800660561 per informazioni dettagliate.